Castello di Orvinio Stampa

Situato ad Orvinio, fu fondato probabilmente nel XII secolo dai discendenti dei conti dei Marsi, passò poi ai Canemorto e fu trasformato in Palazzo Baronale nel XVI secolo. Mantiene un aspetto imponente ed è circondato da un muro di cinta ad ampia scarpa poggiato sulla roccia modellata artificialmente, intercalato da una serie di torri che ne scandiscono la cortina. Il grande portale dà accesso ad un vasto parco, mentre una poderosa torre cilindirica centrale domina l'intero complesso.

Il Castello consiste in un complesso di edifici e torri risalenti a arie epoche e ristrutturati completamente nel XX secolo. Nel muro di cinta, oronato da merli, si apre un portale monumentale con decorazioni a bugne, risalente forse al XVII secolo. Al di là del portale si trova un cortile, sul quale si affaccia una costruzione con una torretta angolare. Gli ambienti del pianterreno sono coperti con volte a rociera ostolonate e  a sesto ribassato, mentre nelle ampie sale superiori vi sono soffitti lignei a casettoni con affreschi tardo cinquecenteschi.